YOGA NIDRA

Il profondo rilassamento yogico

Yoga Nidra è molte cose: è un potente strumento di meditazione e disintossicazione fisica ed emotiva.

In sanscrito la parola “nidra” significa sonno, può essere definito come lo yoga del sonno, però non si intende lo stato tipico di quando siamo addormentati, ma uno stato semi cosciente in cui la mente è in qualche modo attiva, il corpo sembra dormire,e la coscienza lavora per un profondo risveglio.

“Quando pensiamo troppo, o non pensiamo affatto, accumuliamo tensioni.
Quando lavoriamo troppo, o quando non lavoriamo per niente,
accumuliamo tensioni.
Quando dormiamo troppo, o non dormiamo affatto, accumuliamo tensioni.
Queste tensioni si ammassano nei diversi strati della personalità.
Sappiamo che se la mente è tesa anche lo stomaco sarà teso e se lo
stomaco è teso tutto il sistema circolatorio sarà a sua volta teso.
Si crea un circolo vizioso dove le tensioni si accumulano nei sistemi
muscolari, emozionali e mentali.”

(Swami Satyananda Saraswati)

E’ una tecnica ideata da Swami Satyananada Saraswati attraverso alcune esperienze specifiche della sua vita, intuì che portando il corpo a un profondo e consapevole rilassamento sulle tre principali linee di tensione (muscolare, emotiva e mentale) era possibile attivare uno stato di coscienza ricettiva amplificata in cui la personale
consapevolezza esprimeva il suo più grande potenziale curativo e risolutivo.

COME SI SVOLGE LA PRATICA:

-Preparare la pratica.

Prima di fare Yoga Nidra bisognerebbe praticare qualche asana di riscaldamento o fare qualche ciclo di saluti al sole per fare in modo di preparare i muscoli del corpo a rimanere fermi per lungo tempo.

-Rilassamento.

In questa fase ci si sdraia in shavasana, ossia sdraiati sul tappetino, e si inizia a portare l’attenzione verso l’interno.

-Risoluzione (Sankalpa).

Il Sankapla è il seme del cambiamento, e andrebbe scelto con molta cura, è letteralmente tradotto dal sanscrito come “risoluzione”. E’ la nostra direzione. Ciò che stiamo seminando, la meta a cui ci prefiggiamo di arrivare. Può riguardare qualsiasi aspetto della nostra vita: lasciare una abitudine dannosa, dimagrire, indirizzare la nostra vita verso un percorso positivo.

-Rotazione della coscienza.

E’ una tecnica che induce al rilassamento fisico facendo muovere la consapevolezza lungo le diverse parti del corpo. Durante questa pratica bisognerebbe ascoltare la voce guida rimanendo consapevoli e spostando la coscienza tra le diverse parti del corpo.

-Consapevolezza del respiro.

In questa fase si continua a rilassare le tensioni fisiche semplicemente continuando a mantenere l’attenzione al respiro.

-Risveglio di sensazioni opposte.

E’ una tecnica che serve per armonizzare i due emisferi opposti del cervello e aiuta ad equilibrare i nostri stimoli basilari e a controllare quelle funzioni che normalmente sono inconsce. Questa tecnica aiuta a rilassare le tensioni emozionali.

-Visualizzazioni.

Questo rappresenta l’ultimo stadio di Yoga Nidra e serve per indurre il rilassamento mentale. In questa fase al praticante viene richiesto di visualizzare alcune immagini.
La pratica della visualizzazione produce consapevolezza del sè e porta ad uno stato di concentrazione e/o meditazione.

-Risoluzione (Sankalpa).

In questa fase della sequenza la mente è molto più ricettiva e quindi viene di nuovo ripetuto il proprio proposito positivo, cioè il seme che permette al praticante di cambiare il proprio atteggiamento, comportamento e destino.

-Conclusione.

La pratica di Yoga Nidra viene completata portando gradualmente la mente dalla condizione di sonno psichico allo stato di veglia.

BENEFICI DI YOGA NIDRA:

Lo Yoga Nidra è un metodo di sistematica induzione di profondo rilassamento fisico, mentale ed emotivo. In Yoga Nidra il corpo si libera delle tensioni più profonde, responsabili della cronica intossicazione psico-emotiva, delle malattie psicosomatiche, dei
disturbi del sonno e delle dolorose tensioni muscolo-scheletriche.

Da un punto di vista pratico, è raccomandato per rinforzare il sistema immunitario, e produrne una corretta autoregolazione, per i disturbi del sonno ed dell’ansia, per i disturbi dello stomaco e dell’intestino. Migliora la qualità del sonno e l’apprendimento, produce un rinforzo della struttura profonda della mente migliorando la concentrazione e modificando positivamente la capacità di gestione dello stress.
E’ questa un’esperienza di rilassamento totale. Rilassamento non significa sonno ,significa essere beatamente felici senza fine.